L'UE spinge per il matrimonio omosessuale: firma la lettera di protesta!

23/6/2015

Caro Andrea,

Siamo di fronte a un nuovo eclatante tentativo da parte dell’Unione Europea di imporre agli Stati membri i dettami delle lobby omosessualiste.

Infatti, dopo aver incoraggiato gli Stati membri a riconoscere unioni civili e “matrimoni” per persone dello stesso sesso, di recente i parlamentari di Strasburgo hanno approvato la “Strategia dell'UE per la parità tra donne e uomini dopo il 2015”.

Si tratta di un testo profondamente ideologico che dietro l’intento di abbattere le ingiuste discriminazioni delle donne sul posto di lavoro e in altri ambiti (di per sé un obiettivo più che lodevole) si rivela come l’ennesimo tentativo di distruggere la famiglia naturale e di imporre l’ideologia gender come dogma a cui le legislazioni degli Stati devono attenersi.

FIRMA LA LETTERA DI PROTESTA!

Nel testo della Strategia si chiede di “assicurare che gli Stati membri attivino il pieno riconoscimento del genere preferito dalla persona, incluso il cambiamento del nome proprio, del numero di assicurazione sociale e altri indicatori di genere nei documenti di identità” e si raccomanda “di assicurare che la diversità di genere nei bambini non sia definita patologica”.

Poi, continua il testo, “visto che la composizione e la definizione delle famiglie cambia nel tempo, la legislazione familiare e del lavoro sia resa più comprensiva per quanto riguarda i genitori single e quelli Lgbt” ed è necessario “porre fine alla discriminazione all'accesso ai trattamenti di fertilità e di riproduzione assistita”. Per finire la Strategia auspica che negli Stati membri venga garantito “il diritto a un aborto sicuro e legale e alla contraccezione”.

Anche se il testo non è vincolante, è importante far sentire la nostra voce a chi ci rappresenta!

FIRMA LA LETTERA DI PROTESTA!

Le stesse lobby omosessualiste che accusano la Chiesa di ingerenza nel momento in cui Essa esprime il proprio insegnamento in materia di famiglia, non esitano ora a dettare alla società la loro legge morale – quella che Papa Francesco efficacemente chiama “dittatura del pensiero unico” e che oggi fa rima con gender – imponendola dall’alto delle istituzioni europee.

Firma e fai firmare la lettera di protesta: insieme faremo sentire ai nostri rappresentanti la voce del popolo della famiglia!

Cordiali saluti!

Andrea Lavelli
Responsabile della Campagna SOS Ragazzi

Cookies Policy

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.