Giù le mani dalla scuola!

Caro Sostenitore,

SOS Ragazzi scende in campo ancora una volta per contrastare il dilagare dell'ideologia del gender con un'azione indirizzata ai responsabili del mondo della scuola italiana.

Prima che le aule scolastiche diventino un luogo di ri-educazione secondo una teoria distruttiva che si rifiuta radicalmente di riconoscere elementi costitutivi della persona come il maschile e il femminile, chiediamo al Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini di intervenire prendendo una posizione di netta condanna nei confronti dell'indottrinamento del gender nelle scuole!

Crediamo sia doveroso insegnare alle nuove generazioni il rispetto e l'accoglienza nei confronti di ogni persona, la cui dignità di essere umano deve essere riconosciuta e rispettata. Ciò che non possiamo accettare è che la scuola diventi luogo di indottrinamento e ideologia spesso veicolata nell'ambito di iniziative contro il bullismo o l'omofobia.

La scuola italiana però non può diventare il luogo della propaganda di matrimoni e adozioni omosessuali!

Per questo motivo SOS Ragazzi ha lanciato la petizione indirizzata al Ministro Giannini, per chiedere che in questo anno scolastico non si ripetano i gravi episodi a cui abbiamo assistito durante lo scorso anno.

Divulgazione di libretti che definiscono la famiglia uomo-donna come "uno stereotipo da pubblicità", distribuzione di volantini sulle diverse pratiche omoerotiche, letture con espliciti riferimenti a rapporti orali tra omosessuali, incontri con esponenti del mondo LGBT privi di contraddittorio sono stati ingiustamente accettati dai Dirigenti scolastici di vari istituti come corsi extracurricolari per contrastare il bullismo e l'omofobia, spesso senza l'approvazione da parte dei genitori.

Queste azioni, dunque, hanno tolto il diritto dei genitori di educare i propri figli secondo le proprie convinzioni morali e religiose circa argomenti fondamentali come la sessualità.

E questo è inaccettabile, perché la scuola ha il dovere di riconoscere questo diritto e rispettarlo!

Firma anche tu la petizione rivolta al Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini e invia una lettera al Preside della scuola frequentata dai tuoi figli, affinché verifichi che i programmi extracurricolari proposti non siano in realtà programmi di rieducazione sulla base delle teorie gender.

Sono due gesti semplici, ma che possono fare la differenza per il futuro delle nuove generazioni e della scuola italiana.

Unisciti subito alla protesta di SOS Ragazzi e difendiamo insieme il diritto di tutti gli studenti a sviluppare e coltivare la propria identità di uomini e donne.

Cordiali saluti!

Cookies Policy

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.