Unioni civili: il pericolo e' il compromesso. Adotta un senatore

6/10/2015

Caro sostenitore,

un grave pericolo rischia di far diventare realtà l’approvazione del “matrimonio” omosessuale in Italia: il compromesso. Per combatterlo le chiediamo un’azione semplice ma decisiva: “adottare” un senatore.

ADOTTA UN SENATORE!

Monica Cirinnà, relatrice del ddl sulle Unioni civili, ha dichiarato in una recente intervista:

“Ho un mandato del mio partito per costruire le unioni civili [tra persone dello stesso sesso] e lo faremo in aula entro il 15 ottobre. […] Se i cattolici vogliono levare alcune piccole cose simboliche, le leverò”.

Lo sappiamo: una volta approvato, il ddl Cirinnà permetterà l’introduzione del “matrimonio omosessuale” nel nostro Paese, dato che darà alle coppie di persone dello stesso sesso gli stessi diritti e doveri delle coppie sposate, compreso il diritto all’adozione tramite la stepchild adoption, che di fatto incoraggerà l’aberrante pratica della produzione e vendita di bambini tramite l’utero in affitto.

Ora però la relatrice Monica Cirinnà, consapevole della sua debolezza e dello scarso appoggio di cui gode la sua legge, inchiodata dalle proteste che da nord a sud continuano a levarsi contro il ddl (pensiamo alle veglie delle Sentinelle in Piedi e della Manif pour Tous e alla grande mobilitazione del 20 giugno) prova a scendere a patti.

Il rischio è quello che le forze parlamentari favorevoli alla famiglia possano accontentarsi di qualche modifica formale, delle “piccole cose simboliche”, e così votare la legge. Per questo le proponiamo di “adottare un senatore”!

ADOTTA UN SENATORE!

Molto semplicemente, si tratta di “adottare” simbolicamente un senatore e di contattarlo per incoraggiarlo a continuare la lotta al ddl senza scendere a compromessi. Farlo è molto semplice, basta cliccare sul bottone qui sotto.

ADOTTA UN SENATORE!

È necessario che i nostri politici sentano dietro di sé l’incoraggiamento di tutto un popolo che chiede loro scelte coraggiose a difesa della famiglia. “Adottando” e facendo pressione su un senatore potremo fare qualcosa di concreto per fermare questa legge e contribuire così alla difesa dell’istituto familiare in Italia.

Ora o mai più, il momento non potrebbe essere più cruciale!

Cordiali saluti!

 

Andrea Lavelli
Responsabile della Campagna SOS Ragazzi

Cookies Policy

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.